Codici QR per le catene portacavi

Da prodotti strettamente meccanici a componenti tecnici “connessi”, con durata d’esercizio calcolabile: igus compie un ulteriore passo nella digitalizzazione dei suoi prodotti tribologici. Oltre agli strumenti online e alle smart plastics che – in ottica manutenzione predittiva – controllano la propria usura, l’azienda dota ora le proprie catene portacavi di un codice QR. Con una semplice e veloce scansione – tramite smartphone o tablet – del codice presente sulla catena portacavi, il tecnico ha accesso immediato a tutte le informazioni relative al suo prodotto, può visualizzarne le istruzioni di montaggio o ordinare direttamente pezzi di ricambio.

Questo collegamento tra il mondo “offline” e quello “online” offre un vantaggio molto concreto per l’utente che – grazie a Internet – può velocizzare in modo significativo la ricerca e l’acquisizione di informazioni generali, di istruzioni per il montaggio e l’individuazione del corretto pezzo di ricambio.

Semplici istruzioni di montaggio

Per utilizzare il codice QR, il tecnico non deve fare altro che puntare la fotocamera del suo smartphone o del tablet verso il pittogramma. Un’applicazione scansiona in automatico il codice pixel riportato sui traversini e sulla maglia. Quindi l’utente viene indirizzato al sito web dove igus fornisce tutte le informazioni rilevanti sul prodotto. Tra le informazioni disponibili, anche foto e video che illustrano i vari passaggi per il montaggio.

Le principali fasi del montaggio sono visualizzate al rallentatore, così i movimenti sono subito chiari. Questa rappresentazione multimediale riduce notevolmente i tempi di preparazione e semplifica il primo montaggio.