Com’è “4.0” il monitoraggio avanzato

Spin-off del Politecnico di Milano, Miraitek beneficia dei risultati delle ricerche del Manufacturing Group della School of Management del medesimo ateneo, con l’ambizioso obiettivo di supportare le aziende manifatturiere nella trasformazione digitale dei processi produttivi. La piattaforma web-based Mirai4Machine, in particolare, è pensata per il monitoraggio real time dei parametri di funzionamento degli impianti.

di Giorgia Stella

Nata a marzo di quest’anno, Miraitek è uno spin-off del Politecnico di Milano dalle idee molto chiare, che fa della fusione di competenze tra il mondo dell’automazione di fabbrica e quello della ricerca la sua cifra distintiva. L’obiettivo della giovane ma già attrezzata realtà è supportare le imprese nell’ottimizzazione dei processi produttivi attraverso la capacità di selezionare e integrare strumenti per la trasformazione degli impianti di produzione in chiave digitale. “L’integrazione tecnologica di piattaforme per la raccolta e l’analisi dei dati permette alle imprese di migliorare e rendere più efficienti i propri processi produttivi, così come da obiettivi del programma Industria 4.0”, ci dice l’ingegner Ida Critelli, Product Manager di Miraitek. “Per questo abbiamo sviluppato una nostra piattaforma web-based, Mirai4Machine, che permette di ricevere in tempo reale informazioni sullo stato di funzionamento delle macchine in produzione. Ci rivolgiamo anzitutto ai costruttori di macchine, fornendo loro la flessibilità di una soluzione dedicata al monitoraggio real time dei parametri di funzionamento della macchina, alla ricezione delle notifiche e degli allarmi provenienti dalla macchina e alla possibilità di analizzare i dati consultando lo storico disponibile nei database”.

Strumenti per OEM e utilizzatori finali
La piattaforma Mirai4Machine è progettata per consentire il monitoraggio degli impianti di produzione in modo scalabile: dall’analisi della singola stazione di produzione a quello di macchina, linea e impianto produttivo, Mirai4Machine offre una visione aggregata del funzionamento dello stabilimento. Le informazioni relative allo stato di funzionamento delle macchine sono disponibili su device fissi, mobili e wearable.
Si tratta di strumenti rivolti non soltanto agli OEM – che possono verificare in tempo reale il funzionamento del prodotto – ma anche all’utilizzatore della macchina, che può monitorare l’efficienza del reparto produttivo, anticipando interventi di manutenzione e riducendo drasticamente guasti e fermi macchina. La piattaforma è inoltre in grado di offrire indicazioni in tempo reale sui consumi elettrici e pneumatici di un impianto.

Individuare criticità e migliorie per rendere le fabbriche più efficienti
Ma c’è di più. “Vogliamo supportare le aziende anche con un servizio di consulenza specializzata: grazie alle competenze di ingegneria industriale che ci contraddistinguono, leggiamo e analizziamo i dati raccolti dall’impianto produttivo e li elaboriamo criticamente per migliorarne le prestazioni. La nostra intenzione è quella di individuare criticità e migliorie per rendere le fabbriche più efficienti, flessibili e quindi competitive; la raccolta dei dati è il mezzo per riuscire a ottimizzare la fabbrica”, continua Ida Critelli. “Lo strumento può essere la nostra piattaforma, ma non necessariamente: abbiamo, infatti, sottoscritto alcune partnership con altri integratori tecnologici dotati della propria soluzione. Sempre con l’obiettivo di aumentare l’efficienza produttiva, si può intervenire anche su un parco macchine già esistente e perfino datato, procedendo per gradi e cercando di integrare, laddove possibile, delle funzionalità di monitoraggio di base”.