Componenti meccatronici in costante evoluzione

Da sempre sensibile all’innovazione, Metal Work arricchisce nella prima parte del 2018 la sua offerta con nuovi prodotti per l’automazione industriale. In particolare, il sistema di elettrovalvole EB80 cresce con l’aggiunta delle nuove funzionalità per Industria 4.0 che consentono all’utilizzatore di effettuare la diagnosi, anche in remoto, sia delle isole che dei cilindri azionati dalle stesse.

di Corrado Tamiozzo

Si ampliano le potenzialità del sistema di elettrovalvole EB80 di Metal Work. Alle funzionalità di analisi dei guasti interni all’isola (corto circuito, circuito aperto, tensione fuori range, numero di cicli effettuati) si aggiungono nuove funzioni di controllo ad anello chiuso dei cilindri collegati all’elettrovalvola EB80.
L’isola, ad esempio, è in grado di monitorare il ritardo che intercorre tra l’azionamento di un cilindro e il movimento dello stesso, acquisendo il segnale di input che arriva dal sensore di finecorsa montato sul cilindro. Oppure può controllare il tempo di traslazione di un cilindro, leggendo i segnali di spegnimento e accensione dei due sensori montati sullo stesso. Questi valori possono essere alterati da un evento esterno, quale la variazione di un carico o la rottura di un componente: in tal caso l’isola EB80 è in grado di segnalare il fatto che il dato acquisito è uscito dal range di controllo impostato.
I dati relativi al funzionamento del cilindro (componente esterno all’isola) e i dati di funzionamento interni all’isola (numero di cicli, valore di tensione fuori range, guasti di corto circuito o circuito aperto, ecc.) vengono memorizzati all’interno dell’isola e possono essere resi disponibili anche a un’unità di storage esterna. Tale unità può essere fisicamente in loco, vicino all’isola, oppure può essere remotata in cloud: sono state sviluppate applicazioni nelle quali un utente (o la stessa Metal Work) può monitorare i dati di un’isola installata fisicamente a chilometri di distanza.

Il lancio della versione per Splash Area
Sempre in merito a EB80, la prima parte dell’anno vedrà il lancio della versione per Splash Area (ovvero per l’utilizzo in zone soggette a spruzzi di acqua o altri liquidi); in questa versione l’isola viene montata nella parte posteriore di una piastra di interfaccia pneumatica, dotata di guarnizioni e raccordi, che la proteggono dagli spruzzi di sostanze aggressive. Gli ingressi e le uscite pneumatiche sono accessibili tramite raccordi passa-parete.
Saranno inoltre disponibili i moduli di input per la lettura di sensori temici, con i quali EB80 potrà acquisire i dati in lettura da termocoppie e termoresistenze. Infine, saranno lanciati i moduli multifunzione per EB80. Si tratta di accessori da inserire nelle bocche di uscita della singola valvola e che espletano le tipiche funzioni presenti in un circuito pneumatico (regolatore di flusso, regolatore di pressione, valvola di scarico rapido, ecc.).

Assi elettrici, motori e pinze di precisione
Passando ad altri prodotti, è da sottolineare la nascita del nuovo asse elettrico a cinghia serie BK, disponibile per ora in una sola taglia e con differenti tipologie di guida del carrello (con guida e rotelle per carichi ridotti oppure con pattino a ricircolo di sfere nella versione heavy duty). Equipaggiabile con motori brushless o stepper, l’asse BK avrà una corsa massima prossima ai 4 m.
Come per gli altri prodotti della famiglia Elektro, Metal Work propone una serie di motori di propria fornitura ma è assolutamente disponibile al montaggio di motori di terze parti; tutti i motori possono essere montati indifferentemente su ciascuna delle due testate. Con l’uscita del prodotto sarà resa disponibile anche una versione a portale, di tipo Gantry. Anche per questo prodotto, Metal Work fornisce un supporto altamente qualificato per il dimensionamento e la scelta del prodotto idoneo all’applicazione del cliente.
Ricordiamo, infine, l’ampliamento di gamma delle pinze di precisione a due e tre dita di presa, serie P3 e P12, con il lancio progressivo delle taglie 40, 64 e 100, che affiancheranno l’attuale taglia 80, presente sul mercato da più di un anno. Caratterizzate da un’estrema precisione di accoppiamento e da un rivestimento protettivo di tipo ceramico, anche le nuove taglie saranno realizzate nella versione con forza di serraggio standard oppure con corsa ridotta e forza di serraggio maggiorata. La lettura della posizione delle griffe sarà effettuata mediante proximity e vi sarà la possibilità di avere anche la versione con interfaccia di tipo V-Lock.

(L’ing. Corrado Tamiozzo è Product Engineer di Metal Work Spa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.