In mostra le novità per l’automazione di fabbrica

Datalogic sarà protagonista anche quest’anno della manifestazione SPS IPC Drives Italia, che avrà luogo dal 22 al 24 maggio presso Fiere di Parma e che si conferma essere il “laboratorio 4.0” in Italia: per tre giorni in fiera si lavorerà sulla formazione, sull’innovazione e sui processi di digitalizzazione per la nuova manifattura italiana. Datalogic, i cui prodotti hanno contribuito a innestare i primi processi di automazione intelligente e continuano ad affiancare clienti in tutto il mondo lungo il percorso di evoluzione tecnologica, propone presso il proprio stand soluzioni di interoperabilità tra sistemi di visione, identificazione e tracciabilità, sistemi di controllo e sicurezza, tecnologie laser scanner, imager e camere lineari, dispositivi manuali per la raccolta automatica dei dati in mobilità, con l’intento di offrire le soluzioni più adatte a ciascun impianto, combinando insieme più tecnologie per massimizzare la produttività e il ritorno sull’investimento.
La crescente domanda di soluzioni di automazione trova una risposta rapida nel nuovo modello di organizzazione Datalogic, focalizzato sui clienti, progettato per realizzare il potenziale delle tendenze della trasformazione digitale e per aiutare i clienti a rimanere competitivi in futuro. L’acquisizione automatica dei dati (AutoID), competenza principale di Datalogic, riveste un ruolo chiave nell’Internet degli oggetti fisici (IoT) e nella comunicazione tra macchina e macchina (M2M). In particolare, Barcode e RFID sono le tecnologie base, necessarie per rendere più flessibili ed efficienti i processi nell’era della smart manufacturing, ed estendono la tracciabilità dei processi e degli oggetti fisici fino all’utente finale, con varie applicazioni in diversi ambiti industriali, dall’automotive, all’alimentare, al farmaceutico.