Premiata la stazione dal design innovativo

Il modulo di automazione X-Smart, realizzato e brevettato da AMX Automatrix, ha ottenuto il prestigioso Red Dot Award per l’alta qualità del suo design, curato nello specifico da Andrea Gallina e Alessandro Lolli. La macchina, frutto di un progetto assolutamente made-in-Italy, è una stazione semi-automatica modulare di assemblaggio e collaudo altamente personalizzabile, ergonomica e dotata di un’interfaccia software realmente user-friendly.

di Sergio Soriano

Il Red Dot Award è un riconoscimento internazionale che risale al 1955 e determina i migliori prodotti creati ogni anno. Nel 2018, designer e produttori di 59 paesi hanno presentato più di 6.300 oggetti alla competizione e una giuria composta da circa 40 membri ha valutato i prodotti individualmente. I rigorosi criteri di valutazione, che includono livello di innovazione, funzionalità, qualità formale, ergonomia e durata, forniscono una cornice di riferimento che i giurati completano quindi con le proprie competenze. La giuria del “Red Dot Award: Product Design”, una delle tre discipline in cui è suddiviso il riconoscimento, ha premiato il modulo di automazione X-Smart, progettato da Andrea Gallina (industrial designer, Design Ag) e Alessandro Lolli (project creative director, designer dell’interfaccia software, Madvision) per l’azienda AMX Automatrix di Gavardo (BS).

Stazione semi automatica per l’assemblaggio e il collaudo
X-Smart è una stazione modulare brevettata dotata di un sistema di misurazione utilizzato per il controllo di qualità sulle dimensioni delle parti. Uno strumento modificabile consente al robot di erogare la colla sulla parte e la manipolazione dei componenti. In generale, le configurazioni di X-Smart sono illimitate e personalizzate sulle richieste del cliente. La stazione modulare stand-alone può essere collegata sia ad altre stazioni, in modo da comporre un’intera linea di assemblaggio, sia a una linea già esistente, al fine di aumentarne o aggiornarne il processo di produzione. X-Smart può essere fornita in tre diverse configurazioni: automatica; semi-automatica, che consente quindi l’accesso alle varie operazioni da parte di un operatore; oppure, dotata di tecnologia LwR.

Dall’hardware al software design user-friendly e intuitivo
Dopo una accurata analisi, si è agito, oltre che sull’aspetto formale dell’involucro, su fattori ergonomici e antropometrici, rendendo la macchina “user frendly”. L’area operativa è stata progettata per essere intuitiva, sicura e piacevole, al fine di avere un ambiente di lavoro confortevole e produttivo. La macchina può avere diverse configurazioni: questa flessibilità ottimizza i processi di produzione e consente di avere soluzioni personalizzate, condizioni di sicurezza massima e una migliore connessione tra uomo, spazio e produzione. Obiettivo dello sviluppo estetico è stato creare un design identificativo per il brand AMX. X-Smart è dotata della nuova interfaccia grafica del software, installato a bordo di tutti moduli AMX, progettata con un approccio innovativo per il settore industriale. Usability, design grafico e colori sono ispirati a quelli che ritroviamo quotidianamente sui nostri device personali. Le icone, tipiche dei software industriali, sono state ridisegnate con uno stile attuale e fresco, preservandone, allo stesso tempo, la tradizionale riconoscibilità.
Con questa nuova interfaccia l’operatore potrà lavorare in un ambiente operativo più intuitivo, familiare e quindi più confortevole, soddisfacendo così anche i requisiti di Industria 4.0.