Quando i robot parlano lo stesso linguaggio

Ad Automatica, ABB e Kawasaki, rappresentata in Italia da Tiesse Robot, hanno presentato la prima interfaccia operativa comune per robot collaborativi semplificata con navigazione e icone intuitive simili agli smartphone. Una demo congiunta, esposta in fiera, ha mostrato le possibilità applicative di un progetto innovativo.

di Sergio Soriano

La richiesta di robot collaborativi è cresciuta a ritmi nettamente superiori al comparto dei robot industriali, già in rapida espansione, perché la loro maggiore facilità di impiego spiana la strada a nuove applicazioni. La possibilità di programmare e utilizzare i robot anche da parte di personale senza formazione specifica consente, soprattutto alle PMI, di accorciare la fase di apprendimento e formazione tradizionalmente lunga dei robot industriali. Nel contesto di Automatica, fiera di riferimento in Europa per la robotica, ABB e Kawasaki hanno realizzato una demo congiunta, costituita dal duAro, il robot SCARA a due bracci di Kawasaki, che lavora fianco a fianco con il “collega” YuMi di ABB. Oltre allo sviluppo continuo dell’interfaccia operativa, la collaborazione è focalizzata anche su altri ambiti, con l’obiettivo di sviluppare standard di sicurezza che garantiscano l’incolumità dei lavoratori e offrano modalità completamente nuove di collaborazione sul lavoro, senza limitare indebitamente i numerosi vantaggi offerti dai robot collaborativi.

Più flessibilità e scalabilità
“La nuova interfaccia operativa standard allo stato dell’arte imprimerà un’ulteriore spinta alla già rapida diffusione dei robot collaborativi”, ha detto Per Vegard Nerseth, Robotics Managing Director di ABB. “La soluzione offrirà flessibilità e scalabilità a molte aziende manifatturiere, creando lavori e mansioni più interessanti per una forza lavoro industriale estremamente vitale.” L’interfaccia nasce dalla collaborazione tra due delle maggiori aziende produttrici di robot, ABB e Kawasaki, annunciata a novembre 2017. Il progetto punta a condividere conoscenze e a promuovere i vantaggi dell’automazione collaborativa, in particolare i robot collaborativi a due bracci. L’iniziativa riguarda un’interfaccia uomo-robot semplificata con navigazione e icone intuitive simili agli smartphone. “Siamo orgogliosi di aver compiuto questo primo grande passo insieme ad ABB e possiamo dire di aver inaugurato una nuova era dell’automazione con un approccio collaborativo”, ha aggiunto Yasuhiko Hashimoto, Managing Executive Officer e President of the Precision Machinery and Robot Company, Kawasaki Heavy Industries, Ltd.