Tecnologia d’avanguardia per l’assemblaggio modulare

Flexim Open Automation Platform, sviluppata dalla giovane azienda Smart Factory, è una piattaforma modulare che consente di utilizzare un unico sistema per manipolare, assemblare e lavorare prodotti diversi. Grazie alla soluzione XTS di Beckhoff, che utilizza la guida circolare Hepco Motion distribuita in Italia da Mondial, si superano i limiti delle macchine a tavola rotante, spesso difficili da riadattare per versioni diverse di prodotto. Flexim sarà in mostra presso lo stand Mondial a SPS Italia.

di Leonardo Albino

Smart Factory, start-up innovativa e interamente italiana con sede operativa ad Alessandria, ha realizzato un sistema di automazione “4.0” capace di offrire alle aziende flessibilità totale nell’assemblaggio. “Flexim è un impianto innovativo, unico nel suo genere, che sfrutta la migliore tecnologia oggi sul mercato per fornire una piattaforma estremamente flessibile e facile da modificare”, spiega Carlo Tagliabue, CTO dell’azienda. “L’idea è semplice e ruota attorno a un’architettura innovativa, composta da una base sulla quale innestare in maniera componibile i moduli stazione che, di volta in volta, sono necessari per una specifica lavorazione: operazioni di manipolazione, pressatura, avvitatura, incollaggio, saldatura, formatura, stampa e marcatura, controllo qualità o stazioni completamente customizzate, che Smart Factory è in grado di integrare in base alle specifiche del cliente”.

Progettazione semplificata, affidabilità e precisione
Flexim è composta da una base macchina, progettata per gestire più di 80 servo assi, che è comune per tutti gli impianti ed è già progettata per poter ospitare qualsiasi tipo di stazione di lavorazione. La tradizionale tavola rotante è stata sostituita dal sistema Beckhoff XTS, elemento chiave per ottenere flessibilità. La base macchina viene completata da stazioni di lavorazione modulari, collegate alla base macchina in modalità plug & play: il software automaticamente le riconosce e riprogramma le ricette di lavorazione di conseguenza. Il sistema XTS è una vera tecnologia abilitante per ottenere flessibilità e maggiore velocità in quanto, su una macchina dotata di tavola indexata, il tempo ciclo della funzione più lenta influenza quello di tutte le altre, mentre – grazie all’indipendenza dei carrelli – su Flexim è possibile gestire le code in maniera autonoma, svincolando tra loro le varie stazioni di lavorazione. Oltre alla flessibilità, altri vantaggi sono legati alla semplificazione della progettazione meccanica e alla maggior affidabilità e precisione del sistema. Realizzare una stazione di pick & place, per esempio, non richiede il piazzamento di spine di riferimento o indexamenti.
“Ciascun carrello raggiunge la posizione programmata con dinamiche e precisioni molto elevate, senza dar luogo a rimbalzi o problemi di oltre corsa”, aggiunge Carlo Tagliabue. Le prestazioni del sistema XTS sono superiori ai tradizionali sistemi di trasporto indipendente come i sistemi a cinghia, laddove un accumulo di pallet, ad esempio, è spesso fonte di fastidiosi fenomeni di oscillazione, slittamento o saltellamento.

La piattaforma è “4.0-ready”
Parte integrante del sistema di trasporto XTS è la guida circolare prodotta da Hepco Motion e distribuita in esclusiva sul mercato italiano da Mondial. Il sistema di guida Hepco con geometria a doppia cuspide prevede l’impiego di carrelli indipendenti supportati da rotelle a “V” in acciaio con cuscinetto a doppia corona di sfere.
Questa configurazione di guida/carrelli permette di raggiungere velocità lineari fino a 4 m/s con dinamiche di funzionamento e rigidità eccezionali. La guida Hepco, che permette di sfruttare al meglio le prestazioni del sistema XTS di Beckhoff, prevede un sistema di lubrificazione integrato nella stessa che facilita la manutenzione di tutti i componenti soggetti a usura, per una vita utile impensabile con altre soluzioni.
Ovviamente, Flexim Open Automation System risponde ai requisiti Industry 4.0: è dotata di HMI di ultima generazione, con un design estremamente interattivo e user-friendly che fa sembrare il monitor touch-screen a bordo macchina un tablet. Ma è possibile accedere a Flexim anche da remoto, in ottica multi-device, connettendosi alla macchina attraverso PC, e intervenire sul software qualora sia necessario, oppure consultare i dati di produzione e performance accedendo alla piattaforma cloud, via smartphone o tablet.
La prima Flexim è oggi installata con successo presso una multinazionale del packaging nel settore food & beverage. Smart Factory sta finalizzando un secondo impianto, che sarà presentato allo stand Mondial durante la fiera SPS Italia, a Parma dal 22 al 24 maggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.